Il Settimo Senso news
Entry N°: 1172073
Last Access: 2019-08-20 16:25:32  
02/2014
Data di lettura dati Server: 20-08-2019 - 16:25:36
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
file audio: 752-Ocean Meditation.mp3
   
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro
 
   
 
Elenco articoli pubblicati

Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
| entra |
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Natale di crisi
| entra |
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Bitcoin la moneta invisibile
| entra |
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Pannelli solari e pale eoliche
| entra |
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Un Pionierismo di nuova specie
| entra |
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Disorient Express di Cinzia Leone
| entra |
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Menu di Natale
| entra |
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
L'ortica in cucina
| entra |
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Virna Lisi
| entra |
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Pino Daniele è….
| entra |
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
| entra |
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Desidero un disco che racconti di me Intervista a Karima
| entra |
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
| entra |
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Il vernacolo, come fonte d'ispirazione teatrale Intervista a Simonetta De Leo
| entra |
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Parigi
| entra |
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Buon Natale
| entra |
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
ROMA - ULTIMA PARTE
| entra |
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Aspettando il Natale...
| entra |
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apiterapia e propoli
| entra |
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Elenco rubriche

| A spasso intorno a... |
| Angolo della fede |
| Appunti di Viaggio |
| ARTEFACTUM |
| Articolo di fondo |
| Attualità |
| Avvenimenti |
| Ciclopassione |
| Curiosità |
| Editoriale |
| Eventi |
| Gastronomia |
| Grandi Amori |
| I Miti del Cinema |
| I Miti della Canzone |
| Imparare elettronica |
| Intervista |
| La posta del cuore |
| Librarsi |
| Lo scrigno dei romanzi perduti |
| Misteri |
| Oroscopo |
| Pensieri e parole |
| Perle Italia |
| Pillole di letteratura |
| Poesie |
| Profili di citta |
| Racconti |
| Recensioni cinematografiche |
| Recensioni teatrali |
| Sanità e dintorni |
| Trekking |
| Ve lo dico in rima |

Elenco collaboratori

 

id: 752
Rubrica: Racconti
Redattore: La Redazione

Titolo: VESTERALEN

 

Un vecchio maglione nero con una barca ricamata sul davanti.

L’inverno in Norvegia può durare anche otto mesi e in questo lungo periodo scompaiono i colori. Il paesaggio è dominato dal bianco della neve, il grigio verde del mare e il colore plumbeo del cielo. Il sole raramente fa capolino tra le nuvole. E’ per questo che gli abitanti di Vesteralen, come tutti i norvegesi, sentono la necessità di dipingere con colori vivaci le loro case e le loro barche.
E’ bello passeggiare tra le stradine di Vesteralen specialmente di notte. Le case e i negozi si illuminano come per incanto. I pub sono sempre pieni di gente allegra. La birra scorre a fiumi e se vieni da fuori ti accolgono come un amico.
A Vesteralen vivono due ragazzi, Patricia e Anders. Si conoscono da bambini, hanno frequentato le stesse scuole. Patricia ha capelli colore del sole e guance rosse. Anders ha occhi celesti come il cielo in estate. Per ingannare il lungo inverno vanno a giocare a nascondino in un piccolo cantiere navale, dove sosta da più di dieci anni un’antica barca di pescatori. La conoscono a memoria. Salgono da una scaletta laterale ed arrivano subito nella cabina di comando. Anders si mette al timone e Patricia scruta il mare con un binocolo. Da quel momento tutto diventa magico attorno a loro.
La barca misteriosamente si mette a navigare sicura tra le onde dei mari dei tropici, potenza della fantasia. I gabbiani a stormi si riuniscono sopra la cabina, come se volessero partecipare anche loro al gioco. Sembra impossibile ma c’è chi giura di averli visti andare sopra la vecchia barca al largo di Vesteralen, incontro ad un magnifico arcobaleno.


Nella stiva hanno trovato un vecchio maglione con una barca ricamata sul davanti. Sarà appartenuto a qualche marinaio che per la fretta l’ha dimenticato lì dentro. Questo maglione ha sempre suscitato in loro una forte curiosità. Anders una volta lo indossò per fare una lunga passeggiata con Patricia sulla riva del mare. Patricia senza dire nulla si fermò ed abbracciò forte Anders. Da allora ebbe inizio una straordinaria storia d’amore. Quando stavano insieme vivevano in una dimensione magica. Tutto intorno a loro si colorava. Questo momento magico durò due anni poi a causa di un improvviso trasferimento del padre di Anders, la famiglia fu costretta a partire in Canada a Montreal.
Per Anders a Patricia fu una cosa tremenda. Tutto, proprio tutto del loro mondo scompariva nel nulla. Rimaneva solo la promessa di incontrarsi tra dieci anni sulla vecchia barca. Così si lasciarono stringendosi l’uno con l’altra.
Anders terminò gli studi universitari e trovò un lavoro in una piccola redazione di un giornale locale Paese.com.
Questo lavoro gli permise di farsi apprezzare negli ambienti della stampa tanto da essere chiamato dalla Canadian Television News , una delle reti televisive più importanti a condurre una serie di trasmissioni su inchieste ambientali.
Dopo circa due anni, Anders era diventato un personaggio famoso, la sua trasmissione veniva seguita da milioni di telespettatori. Andò in giro per il mondo a fare inchieste, a filmare. Scrisse articoli, libri che furono tradotti in varie lingue.
Una sera era nella sua stanza in albergo. Tolse dalla valigia un vecchio paio di jeans e frugò dentro le tasche. Gli venne un colpo al cuore quando tirò fuori due conchiglie. Le aveva raccolte nella spiaggia di Vesteralen assieme a Patricia. Immediatamente ricordò quei momenti magici ed indimenticabili. Rivide Patricia, riusciva persino a percepirne il profumo e ad accarezzarle i capelli.

Quanti anni erano passati dal loro ultimo incontro, ma la passione era rimasta intatta come sempre. Non perse tempo, scese nella hall dell’albergo e si recò di fretta all’aeroporto di New York. Salì sul primo volo per Oslo e di lì in macchina proseguì verso Vesteralen. Era un giorno fantastico.
Dopo tanti anni ricordava ancora quelle forti emozioni che aveva vissuto da ragazzo. Volle andare sulla vecchia barca. Corse senza risparmiarsi sulla riva del mare. Eccola la vecchia barca!
Salì in fretta le scale ed entrò nella cabina. C’era Patricia. Senza dire una parola si abbracciarono e si baciarono a lungo. Avevano rispettato la loro promessa d’amore. Ripresero a navigare sulla loro vecchia barca al largo di Vesteralen ed andarono incontro ad un magnifico arcobaleno.
Il maglione nero con una barca ricamata sul davanti, aveva protetto la loro storia d’amore. Ma questo è un segreto che non diremo mai a Patricia e Anders.

(Per gentile concessione di Fernando Felli)
 

<
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina
   
Powerd by Multimedia Web Service / management software integrated publication © 2011 Ver. 4.3
   
 
 
 
Il Settimo Senso news www.ilsettimosenso.info scrivi alla redazione Power on Accesso alle nostre rubriche