Il Settimo Senso news
Entry N°: 1156765
Last Access: 2019-05-22 21:28:24  
02/2014
Data di lettura dati Server: 22-05-2019 - 21:29:52
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
file audio: 629-JohnMartynSunshines Better.mp3
   
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro
 
   
 
Elenco articoli pubblicati

Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
| entra |
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Natale di crisi
| entra |
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Bitcoin la moneta invisibile
| entra |
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Pannelli solari e pale eoliche
| entra |
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Un Pionierismo di nuova specie
| entra |
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Disorient Express di Cinzia Leone
| entra |
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Menu di Natale
| entra |
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
L'ortica in cucina
| entra |
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Virna Lisi
| entra |
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Pino Daniele è….
| entra |
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
| entra |
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Desidero un disco che racconti di me Intervista a Karima
| entra |
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
| entra |
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Il vernacolo, come fonte d'ispirazione teatrale Intervista a Simonetta De Leo
| entra |
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Parigi
| entra |
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Buon Natale
| entra |
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
ROMA - ULTIMA PARTE
| entra |
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Aspettando il Natale...
| entra |
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apiterapia e propoli
| entra |
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Elenco rubriche

| A spasso intorno a... |
| Angolo della fede |
| Appunti di Viaggio |
| ARTEFACTUM |
| Articolo di fondo |
| Attualità |
| Avvenimenti |
| Ciclopassione |
| Curiosità |
| Editoriale |
| Eventi |
| Gastronomia |
| Grandi Amori |
| I Miti del Cinema |
| I Miti della Canzone |
| Imparare elettronica |
| Intervista |
| La posta del cuore |
| Librarsi |
| Lo scrigno dei romanzi perduti |
| Misteri |
| Oroscopo |
| Pensieri e parole |
| Perle Italia |
| Pillole di letteratura |
| Poesie |
| Profili di citta |
| Racconti |
| Recensioni cinematografiche |
| Recensioni teatrali |
| Sanità e dintorni |
| Trekking |
| Ve lo dico in rima |

Elenco collaboratori

 

id: 629
Rubrica: I Miti della Canzone
Redattore: Nimue

Titolo: John Martyn

Nome d'arte di Iain David McGeachy, nasce nel New Malden l'11 settembre del 1948. La sua carriera musicale comincia a diciannove anni, quando nel 1967 firma un contratto con la Island e pubblica nello stesso anno London Conversation, il suo primo album, caratterizzato da uno stile unico, basato su una miscela di blues e folk. A questo primo album segue l'anno dopo The Tumbler, più orientato verso il jazz.
Nel 1970 incide due album in collaborazione con la moglie Beverley Kutner: Stormbringer! e The Road to Ruin. Nel 1973 John Martyn realizza uno dei più importanti album britannici degli anni settanta, Solid Air. La canzone che dà il titolo all'album è un tributo al cantautore Nick Drake, amico e collega, che nel 1974 muore improvvisamente per un'overdose di antidepressivi. In questo album, come in quello precedente (Bless the Weather) Martyn collabora con il bassista jazz Danny Thompson, con il quale instaura una fruttosa collaborazione musicale. In questo album continua a sviluppare un suo stile vocale nuovo, che può essere paragonato al timbro di un sassofono tenore.

 A seguito del successo anche commerciale di Solid Air, Martyn registra nello stesso anno lo sperimentale Inside Out, un album più difficile del precedente, basato su sensazioni ed improvvisazioni sulla struttura della canzone. Del 1977 è l'album One World che alcuni commentatori descrivono Martyn come il "Padre del Trip hop". Una caratteristica di questo album è l'essere stato registrato all'aperto, includendo suoni circostanti, come l'acqua di un lago vicino.
Alla fine degli anni 70 John Martyn divorzia dalla moglie Beverley Kutner. In questo periodo, che lo stesso John Martyn definisce come "un periodo molto scuro della mia vita", registra l'album Grace and Danger (1980). Qualche anno più tardi Martyn citerà questo album come il suo preferito, dicendo che "probabilmente è il più specifico pezzo di autobiografia che io abbia mai scritto. Alcune persone tengono un diario, io faccio dischi". Nel 1981 Martyn lascia l'Island e registra i successivi album Glorious Fool e Well Kept Secret per la WEA, un'etichetta che chiaramente punta a fargli raggiungere il successo commerciale.

Nel 1983 realizza un album dal vivo, Philentropy, mettendo in mostra tutta la sua espressività alla chitarra elettrica. Ritornando alla Island, Martyn registra Sapphire (1984), Piece by piece (1986) e dal vivo Foundation (1987), prima di lasciare di nuovo la Island nel 1988.
Nel 1990 incide The Apprentice e successivamente, nel 1991 Cooltide, per la Permanent Records. Registra di nuovo molti dei suoi classici nella raccolta No Little Boy (1993), dove tra gli ospiti figurano Phil Collins e Andy Sheppard. L'album And (1996) esce per l'etichetta Go!Discs, con forti influenze hip hop, che saranno ancora più evidenti nel successivo Glasgow Walker (2000); The Church With One Bell 1998 è un album di covers, con materiale preso dai Portishead e da Billie Holiday.

Nel luglio del 2006 la BBC trasmette un documentario sul periodo che seguì all'amputazione (2003) sotto al ginocchio della gamba destra di Martyn, che lo aveva costretto alla sedia a rotelle e alla successiva incisione dell'album On the Cobbles (2004). Negli ultimi anni della sua vita, John Martyn risiede in Irlanda, continuando a scrivere e a collaborare con vari artisti. Per celebrare il sessantesimo compleanno di Martyn, la Island ha pubblicato il 1° settembre 2008 un cofanetto con quattro CD dal titolo Ain't No Saint. Il cofanetto include molte incisioni dal vivo e del materiale inedito.

Martyn muore il 29 gennaio del 2009 nella sua casa in Irlanda a causa di una polmonite.
 

<
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina
   
Powerd by Multimedia Web Service / management software integrated publication © 2011 Ver. 4.3
   
 
 
 
Il Settimo Senso news www.ilsettimosenso.info scrivi alla redazione Power on Accesso alle nostre rubriche