Il Settimo Senso news
Entry N°: 1188195
Last Access: 2019-12-14 11:54:10  
02/2014
Data di lettura dati Server: 14-12-2019 - 11:55:29
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program
file audio: 427-thriller.mid
   
 
Chiudi Finestra Vai a metà della pagina Vai a fondo pagina Torna Indietro
 
   
 
Elenco articoli pubblicati

Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
| entra |
Apre Articolo n° 957 / Titolo: Non guardo il mare solo con gli occhi, ma con il cuore Intervista a Rossella Baldino
Natale di crisi
| entra |
Apre Articolo n° 905 / Titolo: Natale di crisi
Bitcoin la moneta invisibile
| entra |
Apre Articolo n° 910 / Titolo: Bitcoin la moneta invisibile
Pannelli solari e pale eoliche
| entra |
Apre Articolo n° 938 / Titolo: Pannelli solari e pale eoliche
Un Pionierismo di nuova specie
| entra |
Apre Articolo n° 962 / Titolo: Un Pionierismo di nuova specie
Disorient Express di Cinzia Leone
| entra |
Apre Articolo n° 967 / Titolo: Disorient Express di Cinzia Leone
Menu di Natale
| entra |
Apre Articolo n° 771 / Titolo: Menu di Natale
L'ortica in cucina
| entra |
Apre Articolo n° 935 / Titolo: L
Virna Lisi
| entra |
Apre Articolo n° 950 / Titolo: Virna Lisi
Pino Daniele è….
| entra |
Apre Articolo n° 956 / Titolo: Pino  Daniele è….
Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
| entra |
Apre Articolo n° 812 / Titolo: Un viaggio nel mio profondo - Intervista ad Antonello De Sanctis
Desidero un disco che racconti di me Intervista a Karima
| entra |
Apre Articolo n° 829 / Titolo: Desidero un disco che racconti di me  Intervista a Karima
Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
| entra |
Apre Articolo n° 964 / Titolo: Il Fumetto è una forma di epressione immediata Intervista a Giuseppe Guida
Il vernacolo, come fonte d'ispirazione teatrale Intervista a Simonetta De Leo
| entra |
Apre Articolo n° 972 / Titolo: Il vernacolo, come fonte d
Parigi
| entra |
Apre Articolo n° 949 / Titolo: Parigi
Buon Natale
| entra |
Apre Articolo n° 973 / Titolo: Buon Natale
ROMA - ULTIMA PARTE
| entra |
Apre Articolo n° 955 / Titolo: ROMA - ULTIMA PARTE
Aspettando il Natale...
| entra |
Apre Articolo n° 841 / Titolo: Aspettando il Natale...
Apiterapia e propoli
| entra |
Apre Articolo n° 958 / Titolo: Apiterapia e propoli

Elenco rubriche

| A spasso intorno a... |
| Angolo della fede |
| Appunti di Viaggio |
| ARTEFACTUM |
| Articolo di fondo |
| Attualità |
| Avvenimenti |
| Ciclopassione |
| Curiosità |
| Editoriale |
| Eventi |
| Gastronomia |
| Grandi Amori |
| I Miti del Cinema |
| I Miti della Canzone |
| Imparare elettronica |
| Intervista |
| La posta del cuore |
| Librarsi |
| Lo scrigno dei romanzi perduti |
| Misteri |
| Oroscopo |
| Pensieri e parole |
| Perle Italia |
| Pillole di letteratura |
| Poesie |
| Profili di citta |
| Racconti |
| Recensioni cinematografiche |
| Recensioni teatrali |
| Sanità e dintorni |
| Trekking |
| Ve lo dico in rima |

Elenco collaboratori

 

id: 427
Rubrica: Avvenimenti
Redattore: Nimue e Melusina

Titolo: La vera storia di Halloween

Nuova pagina 1

Halloween, contrariamente a quello che crede la maggior parte della popolazione, è in realtà una festa tipicamente Europea, con importanti richiami al cattolicesimo. Infatti il nome ha origini cattoliche e richiama il I novembre, giorno in cui, nel calendario cattolico, vengono festeggiati tutti i Santi. La celebrazione di "Ognissanti", in inglese "All Saints' Day", denominato anche "All Hallows' Day" presso gli antichi, iniziava sin dal tramonto del 31 ottobre, perciò la sera del 31 ottobre assunse il nome di "All Hallows' Even", successivamente contratto in "Halloween". La celebrazione di questa festa ha radici molto più lontane ed estranee al Cattolicesimo, infatti gli antichi Celti, abitanti dell'Inghilterra, della Francia e dell'Irlanda, erano soliti festeggiare l'inizio del nuovo anno il I novembre, giorno che segnava la fine della stagione calda e l'inizio di quella fredda. Per questo motivo la notte tra il 31 ottobre e il I novembre era un momento molto intenso e solenne e rappresentava la celebrazione più importante del calendario Celtico, detta "Samhain".

 

 

Molte sono infatti le antiche leggende ambientate nella notte di Samhain, gran parte delle quali riguardano la fertilità della terra, il regno delle tenebre e il suo Dio, Samhain appunto, anche se non ci sono testimonianze attendibili che consentano di stabilire se Samhain fosse anche una divinità, oltre ad una celebrazione. Certo è che per i Celti tale ricorrenza assumeva una rilevanza particolare perché, trattandosi di un popolo interamente dedito all'agricoltura, l'arrivo della stagione fredda cambiava radicalmente le loro abitudini e li costringeva a passare la maggior parte del tempo in casa. Un'altra credenza celtica affermava che il 31 ottobre Samhain, Dio delle Tenebre, richiamasse a sè tutti gli spiriti dei morti, abbattesse le leggi dello spazio e del tempo e consentisse agli spiriti di tornare sulla terra e unirsi ai viventi. Si credeva anche che i morti abitassero in una terra di eterna giovinezza e felicità detta "Tirnan Oge" e che a volte potessero abitare insieme alle Fate nelle collinette caratteristiche del territorio scozzese.Secondo un'ulteriore leggenda il 31 ottobre i morti ritornavano sulla terra per impossessarsi del corpo dei vivi, per questo nei villaggi venivano spenti tutti i focolari domestici per tenere lontani gli spiriti.

 

 Questo costituiva un vero e proprio rito che coinvolgeva tutta la popolazione e consisteva nello spegnere il Fuoco Sacro sull'altare e tutti i focolari domestici, per poi riaccendere il mattino seguente un nuovo fuoco con legna raccolta casa per casa dai bambini, simbolo dell'inizio del nuovo anno. Si dice inoltre che al crepuscolo venisse riacceso il fuoco per bruciare offerte, ma anche coloro che erano ritenuti posseduti. Venivano inoltre lanciati incantesimi per tenere lontani gli spiriti e guidarli alla loro terra. Il crepuscolo, infatti, era il momento in cui gli spiriti potevano vagare sulla terra e con il loro aiuto Samhain avrebbe potuto imprigionare il Sole sottrarre agli uomini la principale fonte di vita. Pertanto venivano offerti dei sacrifici per placare gli spiriti e la divinità stessa. La festa di Halloween, così come è intesa in senso moderno, deriva probabilmente dall'usanza dei Celti di travestirsi, dopo i sacrifici della notte del 31 ottobre, con pelli di animali uccisi per spaventare gli spiriti e di festeggiare per tre giorni.

 

I colori tipici di queste celebrazioni, rimasti in voga per secoli e utilizzati anche oggi ad Halloween, erano l'arancio e il nero; l'arancio per ricordare la mietitura e la fine dell'estate, e il nero per simboleggiare l'arrivo della stagione delle tenebre. Questa tradizione, essendo molto radicata nelle popolazioni, non fu tralasciata neanche con l'avvento del Cristianesimo, nonostante i due culti fossero visibilmente incompatibili. Tra i vari tentativi messi in atto dalla Chiesa Cattolica per estirpare questi riti è sicuramente importante quello di Papa Gregorio che nell'835 spostò la festa di Tutti i Santi dal 13 maggio al I novembre. Tuttavia l'antico rito celtico non è mai scomparso, basti pensare al moderno Halloween, che è, attualmente, la festa più pagana e anticattolica che si possa immaginare.

 

<
Home page Il Settimo Senso portale Giornale / Il Settimo Senso news Accesso Area Riservata Redattori Il Settimo Senso news Web Mail Program Chiudi Finestra Torna al top della pagina
   
Powerd by Multimedia Web Service / management software integrated publication © 2011 Ver. 4.3
   
 
 
 
Il Settimo Senso news www.ilsettimosenso.info scrivi alla redazione Power on Accesso alle nostre rubriche